L'Afghanistan "oltre il burqa"

"Mi chiamo Zahra - Oltre il burqa"
1' di lettura

"Mi chiamo Zahra " è il titolo del reportage di SkyTG24 sulla condizione femminile nel Paese a 9 anni dalla caduta del regime dei talebani. GUARDA L'INCHESTA

Leggi anche:
Rasha, milanese e musulmana: "Il velo è una mia scelta"

I diritti delle donne in Afghanistan sono migliorati tra il 2001 e il 2005. Oggi, però, la situazione è di nuovo drammatica.
Questo è il ritratto tracciato dallo speciale di SkyTG24 dal titolo "Mi chiamo Zahra - Oltre il burqa", reportage che mostra la realtà del Paese a 9 anni dalla cacciata dei talebani. Un Paese dove i diritti civili sono ancora, troppo spesso negati.
Basta ricordare la nuova legge sul diritto di famiglia approvata nel marzo 2009 dal governo di Kabul.
L'articolo 132 del provvedimento, relativo alla minoranza sciita, recita: "Le donne sono obbligate ad obbedire alle richieste sessuali del marito"; "gli uomini devono poter mantenere relazioni sessuali con la propria moglie almeno una volta ogni quattro notti, a meno che non sia malata".

Guarda qui sotto la prima parte del reportage


Leggi tutto