Usa, sei mesi dopo la riforma sanitaria Obama canta vittoria

1' di lettura

Il presidente degli Stati Uniti pubblica sul sito della Casa Bianca le storie di chi ha beneficiato della nuova legge. E in un video, a sopresa, telefona a una cittadina malata di cancro. Guarda il filmato

Barack Obama: tutte le foto

Per alcuni è stata la mossa migliore dell'amministrazione Obama, per altri un provvedimento disastroso. Sei mesi dopo la firma della legge sulla riforma sanitaria il presidente Usa canta vittoria. E lo fa attraverso il sito della Casa Bianca dove è stata creata una pagina chiamata "50 states/50 stories", "50 stati per 50 storie". Le storie consultabili grazie a una mappa interattiva sono quelle di persone malate che hanno potuto beneficiare della riforma. Alcune di loro hanno ricevuto una telefonata "a sorpresa" da Obama in persona. Il tutto, ovviamente, ripreso dalle telecamere.

Come nel caso di Gail O'Brien, una donna del New Hampshire a cui viene diagnosticato il cancro a marzo di quest'anno. Gail non ha una copertura assicurativa e così, come racconta nel video, si sente dire dai medici: "Dovrai attingere al tuo fondo pensionistico oppure morirai". Nello stesso periodo la riforma sanitaria diventa legge e la famiglia O'Brien è la prima a beneficiarne. Il racconto della donna è interrotto da una telefonata. E' il presidente Obama che definisce Gail un simbolo per l'intera nazione. Basta cliccare su altri Stati, all'interno della mappa, per ascoltare altre telefonate e storie analoghe.

Ma al di là dei successi raccontati così bene dalla Casa Bianca c'è anche un movimento d'opinione contrario alla Riforma. A capeggiarlo c'è Sarah Palin, la repubblicana che quasi un anno fa aveva portato in strada a Washington la protesta del movimento conservatore del Tea Party. "Gli americani non vogliono la sua riforma sanitaria, non vogliono uno stato che occupi un sesto dell'economia", aveva detto la Palin. Eppure poche settimane dopo il congresso ha approvato il provvedimento che garantisce assistenza sanitaria anche alle fasce più povere della popolazione. Una riforma storica su cui Obama aveva basato parte della sua campagna elettorale.

Guarda il video dal sito della Casa Bianca e ascolta la telefonata di Barack Obama

Leggi tutto