Ahmadinejad: "Gli attentati dell'11/9 organizzati dagli Usa"

Mahmud Ahmadinejad all'assemblea dell'Onu
1' di lettura

Il leader iraniano all'assemblea dell'Onu attacca gli Stati Uniti e Israele: "Il regime sionista ha commesso i più orribili crimini". E le delegazioni abbandonano l'aula

Leggi anche:
Obama all'Onu: "Mano tesa all'Iran"

Mahmud Ahmadinejad parla all'assemblea generale dell'Onu e attacca a testa bassa Stati Uniti e Israele. Secondo il leader iraniano tra i responsabili diretti degli attacchi dell'11/9 ci sono anche "alcun segmenti" dell'Amministrazione Usa "che li hanno orchestrati per salvare il regime". A questa affermazione la delegazione americana e diverse di quelle europee hanno abbandonato l'aula.

In seguito il presidente iraniano ha dichiarato che Israele, "il regime sionista, ha commesso i più orribili crimini" contro i palestinesi e ha quindi proposto il  2011 come anno del disarmo nucleare e del nucleare pacifico per tutti. Ahmadinejad ha poi ribadito che l'Iran non punta all'arma nucleare, "l'arma la più inumana che ci sia, un'arma da eliminare", e che possiedono invece alcuni paesi membri permanenti del Consiglio di Sicurezza, oltre ad Israele, "il regime sionista".

Il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad si era presentato al suo discorso all'Onu con una Bibbia ed un Corano. "C'e' gente che vuole bruciare il Corano - ha detto - Ma il Corano e' verita' e la verita' non puo' essere bruciata". A questo punto ha alzato i due libri che aveva portato: "Questa e' una Bibbia e questo e' il Corano - ha detto il presidente iraniano - Si tratta di libri considerati sacri. Noi abbiamo rispetto per entrambi".

Leggi tutto