Berlusconi: "Israele proroghi moratoria insediamenti"

1' di lettura

Così il presidente del Consiglio nella conferenza stampa congiunta con il premier egiziano. Per Hosni Mubarak: "Ruolo centrale dei Paesi dell'Ue nel processo di pace". IL VIDEO

L’Italia premerà su Israele perché proroghi la moratoria degli insediamenti dei coloni che scade il 26 settembre. Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nel corso della conferenza stampa conginuta a palazzo Chigi con il premier egiziano Hosni Mubarak, a Roma per l’inaugurazione della nuova Accademia d'Egitto.

Il processo di pace in Medio Oriente è stato al centro dei colloqui Berlusconi e Mubarak. "Mubarak ha voluto incontrarmi perché  voleva tenermi al corrente sulle trattative dei negoziati tra Israele e Palestina – ha detto Berlusconi - Mubarak sta svolgendo un ruolo cruciale, ha inviato le due parti 14 del mese di settembre a Sharm el Sheik". “Ho garantito – ha aggiunto - che anche io cercherò di intervenire sugli amici israeliani e sui miei colleghi dell'Ue perché si producano in uno sforzo per convincere Netanyahu a concedere la moratoria nelle costruzioni che scade il 26 del mese e che dovrebbe essere prolungata fino a fine anno per un periodo di tre mesi".

Hosni Mubarak da parte sua ha sottolineato gli sforzi fatti dall’Egitto per rilanciare i negoziati tra israeliani e palestinesi e l’importanza del ruolo dei paesi dell’Unione europea a sostegno del processo di pace:  "L'Egitto – ha detto - ritiene necessario che si attivi un ruolo importante dei Paesi dell'Unione europea, insieme ai membri del Quartetto e a tutta la comunità internazionale, a sostegno dei negoziati di pace".
Mubarak ha detto di aver sollecitato in tal senso anche il cancelliere tedesco Angela Merkel, nel loro incontro a Berlino, e il presidente francese Nicolas Sarkozy a margine del primo round di negoziati diretti che si sono svolti a Washington.

Leggi tutto