Ibiza: un italiano forse l'ultima vittima del 'balconing'

1' di lettura

Il giovane è morto dopo esser caduto dal balcone del settimo piano di un albergo. Secondo 'El Mundo' si sarebbe gettato per tuffarsi in piscina. Ma non si escludono altre ipotesi, tra cui anche quella di un suicidio

Leggi anche: "Balconing, la moda folle che arriva dalla Spagna"

Il corpo di un giovane italiano di 26 anni, originario del nord della Penisola, è stato trovato sul suolo sotto il balcone della stanza che occupava in un albergo di Playa d'en Bossa, a Ibiza, nelle Baleari. Potrebbe trattarsi dell'ultima vittima del 'balconing': la moda, esplosa questa estate tra i giovani turisti in vacanza alle Baleari, di lanciarsi dai balconi degli alberghi, spesso sotto effetto di alcool e droghe.

Il ragazzo, secondo quanto riferisce El Mundo, è morto verso le 7:30 di domenica 12 settembre a Ibiza, dopo essere caduto dal balcone di una stanza del settimo piano di un albergo di Palaya de la Bossa, probabilmente per tuffarsi in piscina.
Una ipotesi però non confermata. Fonti del quotidiano Diario de Mallorca hanno detto all'agenzia di stampa Ansa che il balcone da cui è caduto il giovane italiano è distante almeno 10 metri dalla piscina dell'albergo, e che questo renderebbe poco plausibile l'ipotesi di un tentativo di tuffo finito male. 
Secondo le fonti, fra le piste non escluse c'è anche quella di un possibile suicidio. Il giovane avrebbe avuto una forte discussione con la sua compagna poco prima di precipitare dal balcone.

L'identità della vittima non è stata resa nota, la Farnesina ha confermato il decesso, senza fornire dettagli sulla dinamica dell'incidente.

Una settimana fa un giovane britannico di 26 anni è morto cadendo dal balcone del quinto piano di un appartamento di vacanze di Puerto Adriano, a Maiorca.


Leggi tutto