La Nasa fa rotta sul Sole

Guardando il Sole: la sonda della Nasa durante la spedizione (Credit: JHU/APL)
1' di lettura

Si chiama Solar Probe Plus ed è l’ambizioso progetto con cui l’agenzia americana per il programma spaziale vuole avvicinarsi all'ultima regione del sistema solare tuttora inesplorata. L’obiettivo è fissato per il 2018. GUARDA LE FOTO

Eclissi: quando il sole si fa nero - LE FOTO
Fenomeni naturali: l'album fotografico
Space shuttle: cartoline dallo spazio
Ricordi dallo spazio: le foto storiche della Nasa

Sul Sole entro il 2018. Questo l'ambizioso obiettivo della Nasa, che ha messo a punto un programma denominato Solar Probe Plus con lo scopo dichiarato di mandare entro i prossimi otto anni una sonda quanto più vicina possibile al sole. Il progetto non prevede di fare atterrare alcunché sulla superficie solare, la sonda dovrebbe avvicinarsi fino ad una distanza di 6-7 milioni di chilometri dal sole. Ma, se il progetto sarà portato a termine, mai la ricerca si era spinta così "vicina" al centro del sistema solare.

"Solar Probe Plus sarà una missione storica - ha reso noto la Nasa anticipando le linee guida del progetto -, destinata ad esplorare quella che può essere considerata l'ultima regione del sistema solare che ancora deve essere esplorata da una sonda, l'atmosfera esterna, o corona solare".

Con questa missione gli scienziati della Nasa sperano di chiarire alcuni dei misteri ancora legati al sole. Per esempio, l'atmosfera esterna produca molto più calore di quello prodotto sulla superficie solare visibile, o cosa produca i cosiddetti "venti solari" che hanno effetto tanto sulla Terra quanto sul resto del sistema solare.

"Abbiamo cercato per anni di dare una risposta a queste domande e questa missione dovrebbe finalmente fornirci la chiave del mistero" ha detto Dick Fisher, direttore della Divisione di Eliofisica della Nasa.

Leggi tutto