Michael Douglas, 80% di probabilità di sconfiggere il cancro

1' di lettura

Da David Letterman racconta la sua lotta al tumore alla gola, già in fase avanzata. Tra le cause fumo e alcol. L'intervista in onda il 1 settembre su Sky UNO

Sicuro di farcela, almeno “all’80%”. Michael Douglas affronta così il cancro alla gola, diagnosticato alla fine di agosto: con ottimismo e determinazione.
Ieri sera, ospite al talkshow di David Letterman sul canale americano CBS (la puntata verrà trasmessa il 1 settembre su Sky UNO), ha spiegato che il suo tumore è già in fase avanzata e che “va attaccato”. “Le percentuali sono molto buone – ha aggiunto – Non vorrei dirlo, ma sembra che con le giuste cure all’80% possa farcela”.
L’attore americano ha già iniziato i trattamenti: due mesi di chemioterapia e radioterapia.

Tosse e malesseri Douglas se li trascinava dietro già da qualche mese, ma gli esami al quale si era sottoposto all’inizio dell’estate non avevano rivelato nulla: “Sentivo che qualcosa non andava ma nessuno sapeva dirmi cosa avessi”. Solo alla fine di agosto i medici hanno diagnosticato il cancro alla gola. Le cause? Parlando con Letterman davanti alla platea televisiva americana, l’attore di 65 anni è stato molto chiaro: troppi drink e troppe sigarette.

Se lui sembra affrontare il cancro con il sorriso sulle labbra, non altrettanto sta facendo sua moglie, l’attrice Catherine Zeta-Jones. “So che forse dovrei reagire con più forza, ma non riesco a vederlo così. La cosa più dolorosa è vedere la sua stanchezza: lui, prima, non era mai affaticato”, ha rivelato in un’intervista al settimanale People. I due sono sposati da dieci anni e hanno due figli, Dylan e Carys. Mentre Douglas ha preso con filosofia anche il ritardo delle analisi mediche, dicendo che “senza incolpare nessuno, sono cose che possono succedere”, lei invece si dichiara “molto arrabbiata. I risultati non sono stati una sorpresa: da tempo lui sapeva che stava succedendo qualcosa”.

Leggi tutto