Petraeus: "I talebani hanno esteso la loro presenza"

1' di lettura

A pochi mesi dall'inizio delle operazioni di ritiro delle truppe Usa in Afghanistan il comandante della forza internazionale ammette: "Il numero di attacchi è aumentato"

Afghanistan - L'ALBUM FOTOGRAFICO

I talebani hanno esteso la loro presenza in Afghanistan. A dirlo, in un'intervista ai media stranieri, proprio il comandante delle forze internazionali nel paese asiatico, il generale David Petraeus.
"Io credo che nessuno possa contestare il fatto che i talebani hanno esteso la loro presenza - ha detto Petraeus - il numero di attacchi è aumentato ed è la manifestazione del fatto che abbiamo aumentato contemporaneamente le nostre risorse e che stiamo conquistando dei santuari che hanno potuto stabilire negli ultimi anni". Le perdite record registrate dalla truppe Usa in questi giorni, poi, secondo il generale, sarebbero il risultato dei rinforzi voluti dagli Usa per raggiungere la "fase finale".

Secondo l'ultimo rapporto delle Nazioni Unite anche le vittime civili sono in crescita, a causa di un rafforzamento dei talebani. Aumentate del 31% nella prima metà del 2010 infatti, secondo l'Onu sono state causate nel 76% dei casi (tra morti e feriti) dai ribelli.

Intanto Petraeus avrebbe terminato di mettere a punto con i vertici militari le nuove linee guida della cosiddetta transizione, in vista di un primo ritiro delle truppe a partire dal luglio del 2011. "Il ritiro dei militari americani dall'Afghanistan – ha spiegato – inizierà nel 2011 con uno sfoltimento delle forze impiegate e non sarà uno scaricabarile".
Il generale ha dato indicazione ai suoi comandanti di cominciare a ritirarsi "gradualmente" dalle zone che ritengono sotto controllo, evitando però di lasciare "di colpo" la piena responsabilità alle forze afghane.
La Casa Bianca affronterà le tempistiche del ritiro dall'Afghanistan a dicembre in quella che dovrebbe essere l'ultima revisione della strategia militare americana.
Di recente proprio sulla tempistica del ritiro delle truppe Usa dall'Afghanistan Petraues era stato smentito dal presidente Obama, per aver definito "prematuro" il ritiro in luglio.

Leggi tutto