Russia, Putin non esclude un ritorno al Cremlino nel 2012

Vladimir Putin
1' di lettura

Il premier russo in un'intervista ha lasciato intendere che tra due anni si candiderà alla presidenza. "Sono interessato alle elezioni più di chiunque altro", ha dichiarato. E sui diritti civili: "Chi manifesta senza permesso merita di essere picchiato"

Il premier russo Vladimir Putin ha lasciato intendere oggi che ritornerà alla presidenza del Paese nel 2012 per un nuovo mandato di sei anni, e ha detto che le persone che manifestano per la democrazia senza averne il permesso meritano di essere picchiate.

Il ritorno di Putin - Intervistato dal quotidiano Kommersant, alla domanda se le elezioni presidenziali russe del 2012 non lo preoccupino, Putin ha risposto: "No, mi interessano come... Volevo dire come a tutti, ma in realtà più che a qualsiasi altra persona. Ma non voglio farne una fissazione". Putin è stato al Cremlino dal 2000 al 2008, prima di designare come suo successore Dmitry Medvedev, per rispettare una legge che vieta il terzo mandato consecutivo.
Nel 2012, quindi, Putin potrà correre ancora. "La cosa più importante è che questi problemi relativi al 2012 non ci allontanino dalla strada dello sviluppo sostenibile", ha aggiunto Putin nell'intervista. L'intervista è stata condotta in macchina nel corso di un viaggio di 180 km da Khabarovsk a Chita, nell'estrema parte orientale del Paese.
Le dichiarazioni rese da Putin al suo giornalista preferito, Andrei Kolesnikov, sono state immediatamente interpretate da alcuni commentatori di Mosca come un'ulteriore prova del suo ritorno al Cremlino tra due anni.

Il pugno duro contro i manifestanti - Putin ha anche difeso a spada tratta il giro di vite della polizia sui dimostranti che negli ultimi mesi hanno manifestato per la democrazia. Chi manifesta -- ha detto Putin -- deve rispettare le leggi che impongono di avere il permesso delle autorità locali. "Se hai (il permesso), vai e manifesti", ha detto Putin. "Altrimenti, non ne hai il diritto. Vai senza permesso, e sarai colpito in testa con i manganelli".

Leggi tutto