Rania di Giordania festeggia i 40 anni in famiglia

1' di lettura

La regina, nata il 31 agosto del 1970 e famosa in tutto il mondo per il suo impegno umanitario, spegnerà le candeline senza celebrazioni sfarzose, in linea col suo stile sobrio e elegante

Guarda la fotogallery

Rania di Giordania compie 40 anni. La regina, moglie di re Abdallah, simbolo di impegno umanitario oltre che icona di eleganza, volto di un Islam moderato e aperto, spegnerà le 40 candeline senza che vi siano in programma celebrazioni sfarzose, tenendo, come sempre, un basso profilo.

Nata da genitori palestinesi di classe media il 31 agosto del 1970, Rania è stata incoronata 11 anni fa accanto al marito, salito al trono dopo la morte di suo padre, re Hussein.
Impegnata fin da subito in battaglie umanitarie, in particolare nella difesa dei diritti dei bambini e delle donne, la sua popolarità ha varcato i confini del regno, grazie anche alla sua passione per internet e i social network come facebook e twitter, e per la sua adesione a iincontri e associazioni internazionali, come la Clinton Global Initiative e il World Economic Forum, di cui è membro del Consiglio.

Ambasciatrice dell'Unicef, tra le ultime iniziative in favore dei più piccoli la partecipazione come testimonial alla campagna della Fifa 'One goal', in occasione dei mondiali di calcio, finalizzata alla raccolta di fondi per la scolarizzazione nei paesi in via di sviluppo.
All'inizio dell’estate, poi, Rania ha usato la sua immagine a livello mondiale per promuovere un progetto che mira a rinnovare le scuole a Gerusalemme, dove migliaia di bambini arabi nella città occupata hanno scarso accesso all'istruzione.

E da ultimo il suo amore per i bambini (è anche madre di quattro figli) l'ha portata anche a cimentarsi nella scrittura, dando alle stampe il libro rivolto ai più piccoli "Swap Sandwich'', racconto che ha come protagoniste due compagne di scuola: Lily e Salma, che imparano il valore della diversità tramite lo scambio di cibo a scuola.

Leggi tutto