Canarie, ancora in coma bimbo sepolto in buca di sabbia

1' di lettura

Il piccolo, italiano di 10 anni, è ricoverato all'ospedale Materno Infantil di Las Palmas per arresto cardiocircolatorio causato dalla mancanza di ossigeno

E' ancora in coma, ma sarebbe in lieve miglioramento, il bambino italiano di 10 anni rimasto sepolto sotto la sabbia in una spiaggia di Forte Ventura, nelle isole Canarie. Il picccolo aveva scavato una buco profonda tre metri insieme alcuni amichetti e vi era entrato per gioco. Le pareti di sabbia avevano però ceduto mentre cercava di uscire, travolgendolo. A chiamare i soccorsi un bagnino.

Rimasto sotto la sabbia per venti minuti, quando è stato estratto il bambino aveva subito un arresto cardiaco ed è stato rianimato per 40 minuti prima del trasporto in ospedale. Ora è ricoverato in coma e in ventilazione assistita all'ospedale Materno Infantil di Las Palmas.

"E' la cosa peggiore che abbia vissuto in 11 anni che faccio questo lavoro" - ha raccontato al quotidiano locale 'La provincia' uno dei bagnini dello stabilimento 'La Oliva' - na
situazione terribile: la gente gridava, mentre noi tentavamo di togliere la sabbia e allo stesso tempo di calmare la famiglia".

Leggi tutto