Iraq, partono in anticipo le ultime truppe Usa

1' di lettura

Il ritiro completato con 10 giorni di anticipo rispetto alla data fissata del 31 agosto. Nel Paese restano 56mila soldati americani che avranno il compito di addestrare l'esercito iracheno

Iraq, il 9 aprile 2003 cadeva il regime di Saddam Hussein
La fotostoria di una guerra

L'ultima brigata americana di  combattimento ha lasciato l'Iraq alle prime ore dell'alba, in anticipo sulla data fissata del 31 agosto. Un corrispondente della  rete televisiva Nbc, al seguito delle truppe, è stato il primo ad  annunciare che gli uomini della squadra di combattimento della Quarta Brigata Stryker della Seconda divisione di Fanteria avevano iniziato ad attraversare il confine con il Kuwait alle 01.30 di oggi 19 agosto (ora locale).

La partenza degli ultimi soldati americani da combattimento arriva più di sette anni dopo l'invasione del marzo 2003, che ha  rovesciato il regime di Saddam Hussein. Secondo i dati più recenti  forniti dal Pentagono, sono 4.415 i soldati americani morti in Iraq. Dopo il ritiro delle truppe di combattimento, rimangono nel  Paese arabo 56mila soldati americani, incaricati di addestrare i militari iracheni e di assisterli nelle operazioni di contrasto al  terrorismo.


Leggi tutto