Groenlandia, si stacca blocco di ghiaccio di 260 km/quadrati

Ghiacciaio della Groenlandia
1' di lettura

Un'enorme isola, grande quattro volte Manhattan, si sta spostando verso gli Stretti di Nares. E' l'evento più grande di questo tipo mai verificatosi nell'Artico negli ultimi 50 anni

Un gigantesco blocco di ghiaccio più grande dell'Isola del Giglio e quattro volte Manhattan, si è staccato dalla Groenlandia e si va spostando verso gli Stretti di Nares, situati a circa mille chilometri a sud del Polo Nord tra la stessa Groenlandia e il Canada. Secondo quanto hanno reso noto i ricercatori dell'università americana del Delaware, il fenomeno risale a giovedì e, per quanto riguarda l'Artico, non ha precedenti da quasi 50 anni a questa parte.

La nuova isola formatasi da uno dei ghiacciai principali della Groenlandia ha una superficie di 260 chilometri quadrati e uno spessore pari a metà dell'Empire State Builduing, ha spiegato Andreas Muenchow, professore di scienze oceaniche e ingegneria
presso l'universita' del Delaware. "L'acqua immagazzinata in questa isola di ghiaccio potrebbe far mantenere il flusso dei fiumi Delaware e Hudson per più di due anni; oppure potrebbe rifornire tutti i rubinetti pubblici degli Stati Uniti per 120 giorni". 
Secondo lo scienziato è difficile però dire se l'evento sia da collegare al surriscaldamento climatico, visto che le registrazioni nelle acque della zona sono iniziate nel 2003: "Non si può dire, né dire il contrario".
Gli scienziati ritengono che i primi sei mesi del 2010 siano stati i più caldi a livello globale.

Leggi tutto