Olanda: giovane donna sospettata di aver ucciso i figli

1' di lettura

La polizia ha trovato quattro cadaveri di neonati nel sottotetto della casa dove viveva con i genitori. Per i vicini di casa era una ragazza "carina e magra"

Una nuova storia d'orrore è emersa oggi da un tranquillo paesino di provincia nel nord-est dell'Olanda. La polizia ha arrestato una giovane donna di 25 anni sospettata di aver ucciso quattro neonati partoriti tra il 2002 e il 2010. I corpi dei quattro bebè, nascosti in altrettante valigie, sono stati scoperti durante una perquisizione nel sottotetto della casa dove la donna abitava insieme ai genitori. Dapprima era stato detto dagli inquirenti che tre valigie contenevano "le spoglie mortali" di altrettanti neonati. Successivamente, in seguito ad accertamenti medico-legali, è stato stabilito che anche la quarta conteneva i resti di un bebè.

Ad anticipare la notizia dell'arresto della donna è stata oggi la stampa locale. Poi il procuratore generale del tribunale di Leeuwaarden, Annette Bronsvoort, ha confermato l'arresto nel corso di una conferenza stampa, precisando che si sospettava che la madre avesse ucciso "almeno tre bebe"'. Nel pomeriggio l'annuncio del quarto ritrovamento. Gli inquirenti non hanno fornito altri particolari, evitando di rispondere a chi voleva sapere se anche i genitori della giovane donna sono sospettati di aver avuto qualche ruolo negli infanticidi e nell'occultamento dei cadaveri. A Nij Beets, il paesino teatro del macabro ritrovamento, i vicini di casa sono letteralmente caduti dalle nuvole. La donna lavorava come assistente di un dentista in un paese vicino. "Era carina e magra", ha detto chi la conosceva di vista. E mai era stata notata una sua gravidanza. La polizia avrebbe dato il via alle indagini all'inizio di quest'anno dopo aver ricevuto una soffiata da qualcuno vicino alla famiglia della principale sospettata.

La strada dove si trova la casa in cui è avvenuto il ritrovamento dei resti dei neonati è stata transennata e gli agenti della scientifica hanno setacciato l'abitazione e il giardino alla ricerca di nuovi indizi. Intanto, gli esperti di medicina legale esaminano i resti dei bebè per tentare di appurare le cause della loro morte. L'inchiesta "dovrà anche rispondere alla domanda se i bebè erano nati morti", ha spiegato il procuratore generale. Durante l'interrogatorio a cui è stata sottoposta dalla polizia, la giovane avrebbe prima affermato che i suoi bambini erano stati adottati da altri, poi avrebbe ammesso che erano morti. Il 28 luglio scorso ha suscitato grande commozione il ritrovamento, nel nord della Francia, dei cadaveri di otto neonati uccisi e occultati dalla madre in un edificio e nel giardino.Ma anche l'Olanda non è nuova a questo genere di orrori. Nel 2006 una donna venne arrestata e condannata per aver affogato  quattro figli appena nati.

Leggi tutto