Marea nera, Static Kill ha funzionato: il pozzo è chiuso

1' di lettura

L’operazione, che consisteva nell’iniezione di cemento e fango per spingere il petrolio nel bacino sottostante, è riuscita. E’ stato così tappato il pozzo Macondo, da cui sono fuoriusciti da aprile ad oggi oltre 5 milioni di barili di greggio

GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO SULLA MAREA NERA

MAREA NERA, QUANDO IL PETROLIO TERRORIZZA LE COSTE

L'operazione "Static Kill" ha avuto successo e il pozzo sottomarino Macondo, all'origine della marea nera nel Golfo del Messico, è stato chiuso. Lo ha dichiarato la Bp.
La falla petrolifera che ha causato il disastro ambientale nel nel Golfo del Messico è stata quindi tappata con l'ineizione di cemento e fango che doveva spingere il petrolio nel bacino sottostante, un deposito situato 4mila metri sotto la superficie marina. Una operazione che non era mai avvenuta a tali profondità.

Tutti i video sulla Marea Nera

Leggi tutto