Si incendia la notte di Grenoble

1' di lettura

Violenti scontri sono scoppiati nel quartiere popolare di Villeneuve dopo che un giovane rapinatore è stato ucciso dalle forze dell’ordine in uno scontro a fuoco. Incendiate tra le 50 e le 60 automobili e sparati anche alcuni colpi d’arma da fuoco

Violenti scontri questa notte a Grenoble, in Francia, dopo la morte del ventisettenne Karim Boudouda, che il giorno prima aveva rapinato un casinò, rimanendo poi ucciso in un conflitto a fuoco con la polizia. Le violenze tra giovani e agenti sono scoppiate ieri sera intorno alle 23:30, con colpi d'arma da fuoco, e 50-60 auto incendiate, nel quartiere popolare di Villeneuve, di cui Boudouda era originario.

Secondo il sito internet del quotidiano Le Figaro, la situazione è degenerata dopo una preghiera in ricordo di Boudouda pronunciata in serata da un imam davanti a una cinquantina di giovani riuniti in un parco. Due di loro, di cui un minorenne, sono stati fermati. Boudouda era stato condannato tre volte per rapina a mano armata. L'altro ieri, prima del tragico epilogo, al casinò di Uriage-les-Bains, vicino Grenoble, era fuggito insieme a un complice con un malloppo stimato tra i 20.000 e i 40.000 euro.

Leggi tutto