Caso Bettencourt, Sarkozy si difende in tv: "È una vergogna"

Nicolas Sarkozy
1' di lettura

Il presidente francese ha parlato in diretta dello scandalo dei presunti fondi illeciti per la campagna elettorale: "Ve lo immaginate voi io che prendo bustarelle?". Sul ministro del Lavoro al centro del caso: "Eric Woerth è un uomo onesto"

TUTTE LE FOTO DI SARKOZY E CARLA BRUNI

Nicolas Sarkozy ha respinto con forza, in diretta tv, le accuse di aver preso soldi dalla famiglia Bettencourt: "E' una vergogna", ha detto il presidente, sottolineando di "essere preparato" a uno scandalo di questo tipo, perché - ha detto - "sono stato eletto per risolvere i problemi della Francia, e questo si fa attraverso le riforme, compresa quella delle pensioni. Quando fai delle riforme dai fastidio a molta gente".

"Sulla stampa - ha continuato il presidente - ho letto le testimonianze del maggiordomo della Bettencourt. Non io, ma lui, ha detto che in 17 anni ha visto Sarkozy a casa Bettencourt per due o forse tre volte in occasione di pranzi a cui partecipavano anche altre personalità. Ve lo immaginate voi io che prendo bustarelle?". “Vedere e andare a casa Bettencourt per due o tre volte in 17 anni - ha proseguito - vuol dire davvero essere un suo intimo? Invito tutti a ritrovare la ragione e ad occuparsi dei veri problemi della Francia".

Il presidente francese Nicolas Sarkozy ha detto poi che il ministro del Lavoro Eric Woerth, al centro dello scandalo su presunte donazioni politiche illegali, non si dimetterà, ma ha aggiunto di avergli consigliato di lasciare l'incarico di tesoriere dell'Ump, e ha annunciato per ottobre un rimpasto di governo. Secondo le critiche, Woerth avrebbe incassato una donazione illegale di 150.000 euro per la campagna elettorale di Sarkozynel 2007 dalla donna più ricca di Francia, Liliane Bettencourt, e dal suo defunto marito.

"Eric Woerth è un uomo onesto. Gode della mia completa fiducia. Sarà il ministro che difenderà questa riforma delle pensioni così necessaria secondo il calendario prestabilito", ha detto Sarkozy nel corso di dell'intervista televisiva. "Ho parlato con Eric Woerth - ha però aggiunto Sarkozy - e gli ho chiesto di dedicarsi esclusivamente alla riforma delle pensioni e (gli ho detto) che gli consigliavo di non fare più il tesoriere. Il mio consiglio è che non svolga più questo incarico".

Woerth è incaricato della riforma delle pensioni, che dovrebbe presentare domani al Consiglio dei ministri. "Ci sarà una nuova fase politica che inizierà dopo la riforma delle pensioni, e che segnerà l'ultimo terzo del mio mandato", ha detto Sarkozy annunciando il rimpasto.

Guarda anche:

Scandalo Sarkozy, l'accusatrice ritratta
Aperta inchiesta sui presunti fondi illeciti, Sarkozy trema

Leggi tutto