Marea nera, Bp punta a riparare pozzo entro 27 luglio

1' di lettura

Secondo il Wall Street Journal il colosso energetico britannico punta a riparare la conduttura da cui fuoriesce petrolio prima della scadenza di metà agosto fissata in precedenza

LE FOTO SUL DISASTRO NEL GOLFO DEL MESSICO

LA CAMPAGNA DI GREENPEACE CONTRO LA BP

Il colosso energetico britannico Bp punta a riparare il suo pozzo petrolifero danneggiato nel Golfo del Messico, da cui il greggio si riversa in mare, entro il 27 luglio, in anticipo rispetto alla scadenza di metà agosto che aveva fissato in precedenza. Lo scrive oggi il Wall Street Journal, citando un dirigente della compagnia.

Proprio il 27 luglio, scrive il Journal, la compagnia pubblicherà i risultati trimestrali e parlerà agli investitori. "In un mondo perfetto in cui non esistono interruzioni, è possibile riuscire a fermare il pozzo tra il 20 e il 27 luglio", ha detto in un'intervista al giornale Bob Dudley, a capo della divisione per il risanamento della costa del Golfo di Bp. Tuttavia, Dudley ha poi aggiunto che questo "caso perfetto" è minacciato dalla stagione degli uragani ed è "improbabile".

Leggi tutto