Obama: "Turchia nell'Ue. Bene impegno Italia in Afghanistan"

Il presidente americano Barack Obama
1' di lettura

Il presidente degli Stati Uniti in un'intervista al “Corriere della Sera” auspica l'ingresso di Ankara in Europa. Poi ringrazia il nostro paese per la missione all'estero: "Ottimi rapporti con Napolitano e Berlusconi"

Guarda la rassegna stampa di Sky Tg24

Barack Obama vorrebbe vedere l'ingresso "a pieno titolo" della Turchia nell'Ue e mette in guardia dal rischio che, in caso di rinvio ulteriore di questa prospettiva, Ankara sia tentata di spostare l'asse di gravitazione geo-politica. "Noi riteniamo importante", ha detto il presidente Usa in un'intervista al Corriere della Sera, "coltivare forti relazioni con Ankara. Ed è anche la ragione per cui, sebbene non siamo membri dell'Ue, abbiamo sempre espresso l'opinione che sarebbe saggio accettare la Turchia a pieno titolo nell'Unione. Se si sentono considerati non parte della famiglia europea, è naturale che i turchi finiscano per guardare altrove per alleanze e affiliazioni".

Nell’intervista al quotidiano italiano, il presidente Obama esprime anche un ringraziamento per i sacrifici del nostro Paese: "Prima di tutto voglio dire personalmente quanto sia grato per il contributo italiano in  Afghanistan. I sacrifici di uomini e donne italiani in uniforme sono  stati straordinari. Il primo ministro Berlusconi è stato un alleato conseguente e forte. L'Italia ci aiuta non solo sul campo di  battaglia, ma anche nell'addestramento. Dove per esempio i Carabinieri sono stati molto utili", ha detto Obama.

Leggi tutto