Usa, si dichiarano colpevoli le spie russe arrestate

Anna Chapman - Foto Ap
1' di lettura

Come ai tempi della Guerra fredda sarebbe stato raggiunto un accordo per uno scambio di spie tra Stati Uniti e Russia. Potrebbe essere rilasciato l'esperto nucleare Sutyagin, arrestato 11 anni fa con l'accusa di tradimento a favore di Washington

ANNA CHAPMAN: TUTTE LE FOTO DA FACEBOOK

Le spie russe arrestate il mese scorso hanno accettato di dichiararsi colpevoli. La dichiarazione verrà ufficializzata in un tribunale Federale dello Stato di New York. Seconde alcune fonti giornalistiche le dieci spie verranno condannate a 11 giorni di carcere per non aver dichiarato immediatamente di essere agenti del governo di Mosca e quindi espulse. Da una notizia trapelata da fonti di stampa russe ed americane, la scarcerazione degli agenti è la mossa iniziale di uno scambio organizzato tra Washington e Mosca. In cambio delle spie, la Russia infatti sarebbe pronta a liberare Igor Sutyagin, incarcerato con l'accusa di essere uno 007 statunitense, e che si troverebbe già a Vienna.

Leggi tutto