Pedofilia, interrogato l'ex primate della chiesa belga

Godfried Danneels - Foto Ap
1' di lettura

L'arcivescovo di Bruxelles, cardinale Godfried Danneels, è stato sentito a lungo dalla polizia nell'ambito dell'indagine sui preti pedofili. Nel corso della perquisizione del 24 giugno sarebbero emersi documenti sul caso Dutroux, il mostro di Marcinelle

L'ex primate della Chiesa belga e arcivescovo di Bruxelles, cardinale Godfried Danneels, è stato interrogato a lungo, oggi, dalla polizia di Bruxelles nell'ambito dell'indagine sui preti pedofili che ha portato, lo scorso 24 giugno, alla perquisizione dell'arcivescovado di Malines mentre era in corso la riunione dei vescovi. Le modalita' della perquisizione, con il sequestro dei telefoni ai prelati presenti e l'apertura delle tombe di due arcivescovi, hanno suscitato nei giorni scorsi la reazione del Vaticano.

Danneels ha guidato i cattolici belgi per circa 30 anni ed è stato sostituito l'anno scorso dal cardinale Andre' Leonard. Secondo le ipotesi investigative della magistratura di Bruxelles, che oggi sente Danneels come testimone, il cardinale non avrebbe denunciato alcuni casi di pedofilia dei quali era venuto a conoscenza nel corso degli anni. Intanto, nuovi particolari emergono sulla contestata perquisizione dei 24 giugno scorso: fra le carte sequestrate ci sarebbero anche alcuni documenti del dossier sul caso Dutroux, il cosiddetto "mostro di Marcinelle" che sta scontando l'ergastolo per aver rapito e violentato 6 ragazzine, uccidendone 4, dal 1985 al 1996.

Leggi tutto