Fondi neri, guai in arrivo per Sarkozy

1' di lettura

Il presidente francese è accusato di aver accettato fondi non dichiarati durante la campagna elettorale 2007 dalla donna più ricca di Francia, Liliane Bettencourt. L’Eliseo: “Solo falsità”

TUTTE LE FOTO DI SARKOZY E CARLA BRUNI

L'Eliseo ha smentito che il presidente francese Nicolas Sarkozy abbia ricevuto in prima persona delle donazioni in contanti dalla donna più ricca di Francia e dal suo ultimo marito.

Un'intervista su un giornale all'ex contabile di Liliane Bettencourt, la principale azionista del colosso della cosmesi L'Oreal, dovrebbe però complicare la situazione del governo Sarkozy, sotto pressione per l'accusa di corruzione. L'ex contabile, indicata come Claire T., ha detto al sito web Mediapart di aver consegnato al ministro del Lavoro Eric Woerth una donazione in contanti da 150.000 euro, in alcune buste senza destinatario, per la campagna elettorale di Sarkozy del 2007.

Un funzionario dell'Eliseo, alla domanda se il presidente avesse ricevuto in prima persona del denaro, ha risposto: "E' completamente falso". Alla domanda se Woerth, il tesoriere della campagna elettorale di Sarkozy del 2007, avesse ricevuto questa somma di denaro, il funzionario ha risposto: "Sembra infondato, ma dovete controllare con il tesoriere della campagna". La portavoce di Woerth ha negato che il ministro del Lavoro abbia ricevuto donazioni in contanti per Sarkozy, dichiarando "E' tutto falso".

Mediapart, che l'anno scorso ha diffuso delle registrazioni segrete di conversazioni tra Bettencourt e il suo amministratore patrimoniale, ha riportato le parole del contabile secondo le quali la donna e il suo ultimo marito avrebbero regolarmente dato soldi a politici conservatori.

Leggi tutto