Litigano sui Mondiali vinti. Italiano ucciso ad Hannover

1' di lettura

Il delitto in una birreria del quartiere a luci rosse della città tedesca, a quanto pare dopo una discussione su quanti titoli avessero vinto Italia e Germania. Un altro connazionale ricoverato in condizioni critiche

Un italiano è stato ucciso e un altro è stato gravemente ferito in una sparatoria avvenuta all'alba nel distretto a luci rosse di Hannover. Lo riferisce la polizia  tedesca, citata dall'agenzia stampa Dpa. Secondo la polizia, un uomo è entrato in un caffè della città settentrionale tedesca alle 07.20 di questa mattina e ha fatto fuoco contro i due italiani.

Uno dei due, 47 anni, è morto immediatamente. L'altro, che ne ha 49, è in condizioni critiche. Nessun altro è rimasto ferito. Al momento non  si  conoscono i motivi della sparatoria. La polizia sta cercando l'assassino, che è fuggito a piedi. A pochi metri dal bar è stata intanto ritrovata una pistola.

Secondo quanto riportato dal sito del quotidiano “Hannoversche  Zeitung”, che cita fonti di polizia all’origine della sparatoria ci sarebbe stata un’accesa discussione su quante coppe avrebbe vinto l’Italia. L'uomo ucciso è un pizzaiolo di un ristorante italiano chiamato “Little Italy”. Il ferito è un collega che lavora nella località di Linden. Uno dei due vestiva una maglia della nazionale italiana.
     
La lite è iniziata quando i due hanno discusso con l'assassino, dopo un'abbondante bevuta, su quanti mondiali avesse vinto il Nazionale italiana di calcio. Lo sconosciuto è uscito dal locale con la scusa di  ritirare soldi a un bancomat.
     
Dopo poco più di un'ora, scrive ancora il giornale di Hannover, è ritornato e ha chiesto all'italiano di 49 anni di proseguire la  “discussione” a pugni fuori dal locale. Quando l'altro si è alzato, lo sconosciuto assassino ha estratto un'arma e gli ha sparato, subito  dopo ha colpito anche l'altro italiano, il quarantasettenne è morto poco dopo. Dopodiché è fuggito. La polizia lo sta ancora cercando.


Leggi tutto