Ucraina, il presidente compra droga on line

Il presidente ucraino, Viktor Yanukovych
1' di lettura

Viktor Yanukovyc, capo dello stato dell’ex repubblica sovietica ha acquistato cocaina e marijuana in rete “per dimostrare quanto sia facile”. Sottolineando che polizia e magistratura non stanno facendo bene il loro lavoro. Insorge l’opposizione

Il presidente ucraino Viktor Yanukovych ha comprato vari tipi di droghe, dalla cocaina alla marijuana, su internet per dimostrare quanto sia facile procurarsi gli stupefacenti aggirando ogni controllo. La singolare iniziativa, che ha suscitato polemiche tra l' opposizione, è stata riferita dai media locali.
      
"Volevo dimostrare come sia semplice comprare droghe in Ucraina" ha dichiarato Yanukovych. I funzionari della sicurezza devono fare molto di più per combattere "il male in particolar modo diffuso tra i minori" ha aggiunto poi il presidente. La possibilità di ordinare un "vasto assortimento di droghe" attraverso la rete pone la domanda se  le forze dell'ordine, compresi i pubblici ministeri, stiano facendo davvero il loro lavoro ha osservato Yanukovych.
      
I critici all'iniziativa del presidente sottolineano come anche il capo di Stato abbiano violato la legge facendo il suo ordine in rete. E' risaputo infatti come i vari tipi di droga siano facilmente reperibili sul web, rendendo il controverso esperimento, denominato  "Acquisto controllato", superfluo hanno fatto sapere gli oppositori di Yanukovych. Comprare sostanze stupefacenti in Ucraina è perseguibile fino a dieci anni di prigione secondo quanto riportato dal comunicato. Le droghe acquistate dal capo dello stato sono state subito distrutte dopo la "pubblica dimostrazione" ha fatto sapere l'amministrazione presidenziale dalla capitale Kiev.

Leggi tutto