Riforma di Wall Street, Obama incassa il primo sì

1' di lettura

La Camera dei rappresentanti Usa approva la riforma della finanza fortemente voluta dalla Casa Bianca. Il pacchetto contiene strumenti di difesa degli investimenti a rischio. Ora il testo torna al Senato per l’approvazione definitiva

Via libera della Camera dei Rappresentanti Usa alla riforma della finanza con 237 voti favorevoli e 192 contrari. La legge, fortemente voluta dal presidente Barack Obama, prevede nuovi strumenti di difesa dagli investimenti a rischio che hanno condotto alla grave crisi finanziaria del 2007-2009 e rappresenta un successo politico per la Casa Bianca.

"Il voto odierno è una vittoria per ogni americano rimasto vittima dell'avventatezza e dell'irresponsabilità che hanno provocato la perdita di milioni di posti di lavoro e di migliaia di miliardi di ricchezza", ha commentato il presidente degli Stati Uniti.

La riforma, ha ricordato Obama, "provvederà le più forti protezioni finanziarie della storia per i consumatori, frenando gli abusi delle banche, delle compagnie di carte di credito e dei prestatori di mutui e dando ai consumatori le informazioni di cui necessitano per assumere decisioni finanziarie responsabili". Il testo della riforma torna adesso all'esame del Senato.

Leggi tutto