Marea nera, l'uragano Alex rischia di ritardare i lavori

1' di lettura

Secondo le ultime previsioni la tempesta dovrebbe investire di nuovo la costa del Golfo del Messico a metà settimana, evitando però la zona del disastro ambientale della Bp che ha comunque cominciato a evacuare il personale

TUTTE LE FOTO SUL DISASTRO NEL GOLFO DEL MESSICO

LA CAMPAGNA DI GREENPEACE CONTRO LA BP

La tempesta tropicale Alex è adesso più definita e potrebbe diventare un uragano. La previsione è del National Hurricane Center (Nhc). Alex, che ieri sera ha investito il Belize, si dovrebbe indebolire passando sopra lo Yucatan ma potrebbe riacquistare forza nel pomeriggio sulle acque calde del Golfo del Messico.

Secondo le ultime previsioni, la tempesta dovrebbe investire di nuovo la costa del Golfo del Messico a metà settimana evitando però la zona colpita dalla marea nera della Bp che, insieme a Shell, ha cominciato a evacuare personale dal Golfo, non però gli addetti alle operazioni di contenimento del disastro Deepwater Horizon.



Leggi tutto