La Polonia al voto per eleggere un nuovo presidente

Il comizio finale di Bronislaw Komorowski
1' di lettura

Il 10 aprile moriva Lech Kaczynski in un incidente aereo in Russia. Ora il paese è chiamato alle urne per sceglierne il successore. Favoriti il liberale ed europeista Bronislaw Komorowski e il nazionalista Jaroslaw Kaczynski, gemello dell'ex presidente

GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO
GUARDA LE FOTO DEL FUNERALE

Sono iniziate stamattina alle 6 in Polonia le operazioni di voto per le elezioni presidenziali anticipate imposte dalla morte del presidente Lech Kaczynski nell'incidente aereo il 10 aprile scorso a Smolensk. I candidati per la prima carica dello Stato sono dieci, fra i quali - stando ai sondaggi preelettorali - i due principali sono Bronislaw Komorowski, 58 anni, esponente liberal-conservatore presidente del Sejm, che ha assunto le funzioni del capo dello Stato dopo l'incidente; e Jaroslaw Kaczynski, 61 anni, nazional-conservatore, fratello gemello del presidente morto. Se nessuno dei candidati otterra' oggi piu' del 50% delle preferenze, il 4 luglio si andra' al ballottaggio.

Le operazioni di voto nel Paese dell'Europa orientale, che fa parte di Ue e Nato, termineranno alle 20.00, ora polacca e italiana. I principali canali tv polacchi promettono di pubblicare i primi exit poll poco dopo, mentre i risultati definitivi della Commissione nazionale elettorale si conosceranno solo lunedi' sera. Gli aventi diritto al voto sono 30,5 milioni e i seggi sono oltre 25 mila. I circa 90 mila polacchi residenti in Italia votano in tre seggi: a Roma, a Milano e a Napoli. In Polonia, in alcuni comuni, a causa delle recenti inondazioni che hanno allagato il 3% del territorio nazionale lungo i fiumi Vistola e Oder, e' stato necessario organizzare i seggi in capannoni provvisori. All'estero ci sono 263 seggi: tra gli altri 41 in Gran Bretagna, 28 negli Usa e 8 in Afghanistan, a disposizione dei militari del contingente che partecipa alla missione Nato.

Leggi tutto