Israele, commissione indagherà il blitz contro la "flotilla"

1' di lettura

Faranno parte del gruppo d’indagine, oltre ad esperti israeliani, anche un premio Nobel irlandese e un avvocato canadese esperto di questioni militari. La Casa Bianca: “Ci aspettiamo che le indagini siano rapide e che le conclusioni siano rese pubbliche”


DAL BLITZ ALLE CONTESTAZIONI: TUTTE LE IMMAGINI

Gaza, attacco alla flotta pacifista. I VIDEO

Il governo israeliano ha approvato all'unanimità la "commissione pubblica indipendente" incaricata di far luce sul blitz sulla Mavi Marmara concluso con l'uccisione di 9 attivisti pro-palestinesi. E' presieduta dall'ex giudice della Corte Suprema israeliana Yaakov Tirkel e ne fanno parte come osservatori internazionali l'irlandese Nobel per la pace David Trimble e Ken Watkin, ex avvocato generale militare delle forze armate canadesi. Gli altri membri della commissione, che avrà il compito di "indagare sugli aspetti relativi alle azioni adottate dallo stato di Israele per impedire alle navi di raggiungere la costa di Gaza il 31 maggio", sono Shabtay Rosen, docente di diritto internazionale, e Amos Horev, ex rettore del Techion, il politecnico di Haifa, e insignito dell'Israel Prize, la più alta onorificenza assegnata nel Paese. Trimble e Watkin "non avranno il diritto di voto il relazione al procedimento e alle conclusioni della commissione" si legge in un comunicato del governo.

Netanyahu aveva informato il suo partito, il Likud, che la composizione e il mandato della commissione sarebbero stati decisi con gli Stati Uniti e per questo sabato sera si era sentito al telefono con Barack Obama. La commissione dovrà valutare se il blocco navale imposto da Israele a Gaza è il linea con il diritto internazionale e se tale e' stato anche il blitz sulla Mavi Marmara. Saranno prese in esame anche "le azioni degli organizzatori della flottiglia e di chi vi ha preso parte".
    
Gli Stati Uniti hanno già fatto sapere di aspettarsi una inchiesta rapida. "Bisogna dare a Israele il tempo di completare il procedimento, ma ci aspettiamo che i lavori della commissione e l'inchiesta militare vengano portati a termine in tempi rapidi" si legge in una nota della Casa Bianca, "ci aspettiamo anche che le conclusioni vengano rese pubbliche e presentate alla comunità internazionale".

Leggi tutto
Prossimo articolo