Berlusconi in Libia, liberati Goeldi e tre pescherecci

1' di lettura

Il premier italiano a Tripoli per partecipare a un vertice con il ministro degli esteri elvetico. L'imprenditore svizzero arrestato lo scorso febbraio è potuto tornare a casa. Il premier libico: "Berlusconi ha avuto un ruolo fondamentale"

Silvio Berlusconi si è recato oggi in visiti in Libia per partecipare a un vertice che doveva risolvere il delicato scontro diplomatico tra la Svizzera e il paese governato da Muammar Gheddafi. Tra i risultati ottenuti, oltre al riallacciamento dei rapporti tra i due paesi, c'è stato anche il ritorno a casa dell'imprenditore elvetico Max Goeldi.  Il Colonnello Gheddafi ha inoltre accolto la richiesta del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, di liberare i tre motopescherecci di Mazara del Vallo sequestrati nei giorni scorsi dalla Marina libica.

All'incontro nel pomeriggio che ha portato alla soluzione per Goeldi hanno partecipato anche il ministro degli Esteri spagnolo Miguel Anguel Moratinos, il ministro degli Esteri svizzero, Micheline Calmy-Rey, il ministro degli esteri libico, Moussa Koussa e i premier di Malta e Slovenia.

"Voglio ringraziare il presidente Berlusconi per il ruolo fondamentale che ha avuto in una mediazione di grande successo", ha detto il primo ministro libico Bagdadi ali al Mahmoudi. Un aiuto "determinante" per "i rapporti tra Libia e Svizzera" ed anche per iniziare un nuovo "dialogo svizzero libico". Quello di Berlusconi, ha detto ancora, "è stato un ruolo determinate e di successo con il leader Gheddafi", importante anche "per quel che riguarda i rapporti tra Libia ed Unione Europea e tra Libia ed Italia".

Il primo ministro libico ha molto sottolineato "il ruolo personale" svolto da Silvio Berlusconi che è riuscito "a chiudere con esito positivo il contenzioso tra Libia e Svizzera". Per questa ragione Bagdadi Ali al Mahmoudi si è detto certo che i rapporti tra Italia e Libia saranno contrassegnati da "enormi successi, sia sul piano economico che quello politico". Infine il primo ministro libico ha annunciato che ci saranno nuovi incontri "prossimamente" proprio "per sviluppare ancora questi ottimi rapporti".

Berlusconi è giunto nel pomeriggio in Libia dopo aver passato la mattinata in Bulgaria. A Sofia il premier italiano ha inaugurato un monumento dedicato a Giuseppe Garialdi in ricordo ai trenta bulgari che parteciparono alle campagne garibaldine. Nel corso della cerimonia, insieme al premier bulgaro Borisov, Berlusconi ha rinnovato "l'antica amicizia e vicinanza" e si è detto sicuro che "continueremo a fare buone cose per i nostri rispettivi Paesi". La cerimonia è finita con le foto di gruppo coinvolgendo anche la delegazione di italiani ex alpini residenti a Sofia fino al piccolo bagno di folla.

Leggi tutto