Nucleare, Ahmadinejad: "Risoluzione Onu non avrà effetti"

1' di lettura

Il presidente punta il dito contro il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, definendolo "uno strumento di dittatura". Al centro della polemica, ancora una volta, l'arricchimento dell'uranio, effettuato da Teheran

Arrivato il 10 giugno in Cina, mentre ancora infuria la polemica sul voto favorevole di Pechino alle sanzioni imposte dall' Onu a Tehran, il presidente Mahmoud Ahmadinejad è tornato a parlare della questione nucleare, visitando il padiglione iraniano all'Expo universale di Shanghai.

Per il capo di Stato "le potenze nucleari vogliono tenere per sé la tecnologia. Queste potenze non vogliono che altri Paesi utilizzino il nucleare in maniera pacifica". Succesivamente Ahmadinejad è tornato a puntare il dito contro le Nazioni Unite, definendo il Consiglio di sicurezza dell'Onu "uno strumento di dittatura" nelle mani degli Stati Uniti. In ogni caso per il il capo di Stato la risoluzione dell'Onu su nuove sanzioni contro l'Iran "non avrà alcun effetto", perché "il tempo dell'intimidazione e della coercizione è superato".

Guarda anche:
Iran, Ahmadinejad attacca la Russia
Nucleare, firmato l'accordo tra Iran, Turchia e Brasile
Nucleare, intesa Usa-Russia. Obama: “Svolta storica”
Ahmadinejad: “Obama parla il linguaggio delle bombe”
Nucleare, l'Iran minaccia: romperemo i denti agli Usa

Leggi tutto