Afghanistan, talebani “giustiziano” bambino spia

1' di lettura

Un piccolo di appena sette anni è stato assassinato dai miliziani con l’accusa di spionaggio. Abbattuto un elicottero dell’ Isaf, morti quattro militari statunitensi. Ucciso anche un soldato inglese da una bomba


GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO SULL' AFGHANISTAN

Miliziani talebani in Afghanistan hanno “giustiziato” un bambino di 7 anni accusato di spiare per le forze governative e straniere, secondo quanto riferisce oggi la televisione iraniana in inglese PressTv.

Secondo funzionari governativi afghani citati dall'emittente sul suo sito, il bambino è stato catturato dai Talebani nel distretto di Sangin, provincia di Helmand.

Daud Ahmadi, un portavoce del governatore della provincia, ha detto ad un giornalista di PressTv che il piccolo è stato accusato di spionaggio. Ahmadi ha definito "orrendo" l'atto compiuto dai Talebani, senza precisare come il bambino sarebbe stato messo a morte.

I Taleban, che controllano vaste aree della provincia di Helmand, non hanno ancora fatto commenti sull'episodio.

Nella stessa provincia afghana un elicottero della Nato è stato abbattuto e quattro soldati, probabilmente americani, sono morti. Sale così a 23 il numero delle vittime dell'Isaf in questa settimana. Il comando Nato ha confermato che il velivolo è stato abbattuto dal fuoco amico. Ma un portavoce dei talebani, Yousuf Ahmadi, ha rivendicato l'attentato con una telefonata alla France Press, spiegando che l'elicottero è stato colpito da un razzo ed e' precipitato nel distretto di Sangin.

Sempre nella provincia di Helmad un soldato dell’Isaf, di nazionalità britannica è morto dopo l'eplosione di un ordigno posto al lato della strada.

Leggi tutto