Libia, parla il bimbo sopravvissuto: "Voglio tornare a casa"

1' di lettura

Polemica in Olanda per l'intervista al piccolo di 9 anni, unico superstite dell’incidente avvenuto all’aeroporto di Tripoli. Intanto si cercano le cause del disastro, ma è certo che il pilota non aveva segnalato nessun problema tecnico

LE FOTO DELL'INCIDENTE

In Olanda è scoppiata la polemica dopo l'intervista di un giornalista al piccolo Ruben van Assouw, 9 anni, unico superstite dell’incidente avvenuto all’aeroporto di Tripoli. Il bambino si è chiesto come mai si trovasse in ospedale e cosa fosse successo. Domande e risposte ovvie che hanno scatenato il putiferio. Nello schianto dell'Airbus A330 della compagnia libica Afriqiyah Airways, sono morte 103 persone, tra cui 61 olandesi, 22 libici e nove sudafricani. Unico sopravvissuto è un bambino olandese di otto anni, di nome Ruben, che ha riportato solo delle fratture e nessun danno agli organi vitali.

Guarda anche:
Identificato il bimbo sopravvissuto al disastro aereo
Libia, disastro aereo a Tripoli: 103 morti

Leggi tutto