Gran Bretagna: Nick Clegg diviso tra Tory e Laburisti

Nick Clegg e David Cameron
1' di lettura

I Liberal Democratici hanno avviato colloqui sia con i Conservatori che con il Labour. Il partito di David Cameron disposto a un'apertura sulla riforma elettorale, ma la sinistra si dice ottimista. In ogni caso Gordon Brown uscirà di scena

ELEZIONI IN GRAN BRETAGNA: TUTTE LE IMMAGINI

I colloqui avvenuti oggi fra il partito laburista e il liberaldemocratici di Nick Clegg per l'eventuale formazione di un governo di coalizione sono stati "positivi e costruttivi": lo ha dichiarato il ministro laburista uscente all'istruzione, Ed Balls. Il Lib-Dem, che da due giorni stanno discutendo con i Conservatori di David Cameron, vincitore delle elezioni di giovedì ma senza maggioranza assoluta, hanno aperto oggi una discussione parallela anche con il Labour.

In precedenza il partito Conservatore britannico aveva fatto ai Liberal Democratici di Nick Clegg un'ultima offerta per unirsi in una coalizione di governo. Il patto prevede anche un referendum per la modifica del sistema elettorale, da sempre uno dei capisaldi della proposta Lib Dem. George Osborne, il rappresentante dei Tories nelle trattative ha detto: "Stiamo facendo un'offerta in buona fede ai Liberal Democratici per formare un governo forte, stabile e con un'ampia maggioranza parlamentare e fare un referendum sulla riforma elettorale". "Sarebbe assolutamente non democratico - ha aggiunto l'esponente politico - modificare il sistema di voto senza chiedere l'approvazione degli elettori".

Intanto Gordon Brown ha in precedenza precisato che ha intenzione di dimettersi da leader del Labour e, nel caso dovesse tornare al governo, di dimettersi anche dalla carica di Primo Ministro entro l'autunno. La scelta di Brown sarebbe finalizzata a favorire un accordo con i Liberal Democratici, che farebbero fatica a far digerire ai loro elettori un'alleanza con l'attuale primo ministro. Il nome più accreditato per succedere a Brown alla guida dei Labour è il ministro degli Esteri David Miliband.


Elezioni in Gran Bretagna - Tutti gli aggiornamenti video:

Leggi tutto