Nube vulcano, in Italia si torna a volare

Passeggeri all'aeroporto di Fiumicino
1' di lettura

Dopo lo stop disposto dall’Enac la situazione negli aeroporti del Nord-ovest è tornare regolare. Ancora disagi in Europa. Secondo gli esperti nei prossimi giorni la nube potrebbe tornare sull’Italia. FOTO, VIDEO E PREVISIONI METEO

TUTTE LE FOTO: dall'eruzione in Islanda al caos in aeroporti e stazioni

FENOMENI NATURALI: l'album fotografico

GUARDA LE PREVISIONI SU SKY METEO 24

Guarda in fondo all'articolo tutti i video sull'eruzione del vulcano islandese

La nube del vulcano islandese Eyjafjallajokull lascerà nelle prossime ore l'Italia. Dopo lo stop disposto dall'Enac, l'Ente nazionale per l'aviazione civile, dalle 8 alle 14, tutti gli scali del Nord-ovest interessati dal blocco hanno riaperto.    
Ma il monitoraggio della situazione rimane costante, in coordinamento con le autorità aeronautiche comunitarie.

Infatti resta alto il livello di attenzione sulla nube vulcanica che ha attraversato l'Italia perché l'evento potrebbe di nuovo interessare il nostro paese tra un paio di giorni. Lo ha riferito Gelsomina Pappalardo dell'Istituto di Metodologie per l'Analisi Ambientale (IMAA) del CNR che ha partecipato al tavolo tecnico di emergenza istituito dal Dipartimento della Protezione Civile. Per l'esperta "se il vulcano continua la sua attività esplosiva e se il trasporto della massa d'aria è quello previsto dai modelli, ci aspettiamo che la nube arrivi in Italia nel giro di qualche giorno, prima della fine della settimana. Ma il condizionale è d'obbligo perché dipende anche dalla situazione meteo".

Gli unici scali che al nord sono rimasti attivi sono stati quelli di Venezia, Trieste e Rimini. Naturalmente la chiusura dei maggiori scali del Nord-ovest ha avuto delle ripercusioni pesanti anche su gli altri areoporti. All'aeroporto di Fiumicino nell'intera mattinata sono stati cancellati 84 voli. Nel dettaglio, 39 in arrivo e 45 in partenza. Allo scalo di Ciampino, sono invece 2 le cancellazioni in arrivo e 2 in partenza.

161 i voli soppressi all'aeroporto di Milano Linate. Secondo i dati della società di gestione Sea, si tratta di 80 aerei in arrivo e 81 in partenza nella fascia oraria 8-14 di blocco del traffico aereo. Mentre all'aeroporto di Milano Malpensa, sono stati cancellati 137, 68 in arrivo e 69 in partenza. All'aeroporto lombardo si è ricreata la stessa situazione vissuta un paio di settimane fa in occasione del primo stop dei voli sempre in conseguenza dell'eruzione vulcanica.

In Spagna hanno riaperto gli scali bloccati ieri, a parte tre aeroporti della Galizia ancora bloccati. In Portogallo, invece, gli aeroporti di Porto e delle Azzorre restano chiusi fino alla nottata. Le autorità tedesche hanno annunciato la chiusura dell'aeroporto di Monaco di Baviera dalle 17 ora italiana fino a data da destinarsi. E in Croazia sono chiusi gli scali di Zadar e Spalato almeno fino alle 22 di oggi, secondo Eurocontrol, l'agenzia europea del controllo aereo. L'Autorità francese per l'aviazione civile ha cancellato una trentina di voli da Parigi all'Europa meridionale, ma alcuni voli sono stati cancellati anche a Nizza.

Qui tutte le informazioni sui voli Alitalia

Notizie in tempo reale sui voli negli aeroporti di Venezia TesseraTorino Caselle - Bergamo Orio Al Serio - Bologna - Milano Linate e Malpensa - Roma Fiumicino

Tutti gli aggiornamenti sui disagi causati dalla nube:





Leggi tutto