Attacco a Sodano, “ha insabbiato casi di pedofilia”

1' di lettura

L'arcivescovo Christoph Schoenborn, allievo di papa Ratzinger, accusa l'ex segretario di Stato vaticano di aver offeso le vittime degli abusi sessuali

Il cardinale austriaco Christopher Schoenborn avrebbe accusato l'ex Segretario di Stato vaticano Angelo Sodano di aver bloccato le indagini su uno scandalo scoppiato nel 1995 e nel quale venne coinvolto l'allora arcivescovo di Vienna, Hans Hermann Groer. Secondo Schoenborn inoltre l'attuale Papa, Joseph Ratzinger, allora responsabile della Congregazione per la Dottrina della Fede, avrebbe immediatamente chiesto la creazione di una commissione di inchiesta sugli abusi sessuali di cui era stato accusato Groer, ma parte della curia vaticana - che Schoenborn ha definito "l'ala diplomatica" - avrebbe impedito il processo.

Guarda anche:
Il nuovo attacco del NYT contro Ratzinger
"La pedofilia è sempre un male": il Papa su Twitter

Leggi tutto