Usa, emergenza marea nera: calata la prima "cupola"

1' di lettura

La British Petroleum ha spinto in fondo al mare la prima capsula di contenimento, nella speranza di catturare prima che arrivi in superficie il petrolio che sgorga dal pozzo. Janet Napolitano: "Un disastro ambientale senza precedenti"

Bp ha cominciato a calare la "cupola" di contenimento del greggio sul fondo del Golfo del Messico nella speranza di catturare, prima che arrivi in superficie, il petrolio che sgorga dal pozzo petrolifero sottomarino danneggiato dall'affondamento della piattaforma Deepwater Horizon. Lo ha annunciato un portavoce della società.

Ci vorrà tempo per la struttura di acciaio e cemento per raggiungere il fondo del mare a 1.500 metri di profondità e per collegarla a una nave in superficie che immagazzinerà il greggio, ma Bp spera di avere completato le operazioni preliminari entro lunedì prossimo.

Guarda anche:
Le foto della marea nera
Tutte le notizie sulla marea nera

Leggi tutto