Somalia, doppia esplosione nella moschea: decine di morti

1' di lettura

Colpita l'Abdalla Shideye, vicina al a un mercato molto frequentato. Tensione a Mogadiscio, la città è dominata dai due gruppi di insorti, Hizbul Islam e al Shabaab, legato ad al Qaeda

Più di 30 persone sono rimaste uccise e un centinaio ferite in due esplosioni a Mogadiscio, in Somalia. Le deflagrazioni hanno colpito la moschea Abdalla Shideye, vicina al mercato di Bakara, l’affollata zona della capitale dominata dai due principali gruppi di insorti, Hizbul Islam e al Shabaab, legato ad al Qaida. Secondo alcuni testimoni obiettivo dell’attentato potrebbe essere stato un alto esponente di al Shabaab, Fuad Mohamed Khalaf, noto anche come Fuad Shongole, rimasto però illeso.

Il gruppo, che combatte il governo filo-occidentale dal 2007, controlla buona parte del sud e del centro della Somalia, e alcuni quartieri della capitale.

Leggi tutto