Usa, marea nera cinque volte peggio delle stime

1' di lettura

Sono state riviste le stime della fuoriuscita di greggio: 5mila barili al giorno e non mille. Le forze navali degli Stati Uniti verranno schierate contro la macchia di petrolio che sta minacciando le coste della Louisiana. FOTO E VIDEO


GUARDA LA FOTOGALLERY


Le forze armate Usa mobiliteranno uomini e risorse per far fronte alla gigantesca macchia di petrolio nel Golfo del Messico che potrebbe arrivare a lambire le coste della Louisiana già domani, con un giorno di anticipo sul previsto.
   
Sospinti dai venti, vapori maleodoranti emessi dalla macchia sono arrivati oggi a farsi sentire fino in Florida. Il presidente Barack Obama, tenuto regolarmente informato dal ministro della Sicurezza Interna Janet Napolitano, ha aperto oggi il briefing mattutino con 20 minuti di aggiornamenti sul disastro ambientale annunciato.
   
E' una corsa contro il tempo per arginare lo scempio in quella che Bp ha definito la più vasta operazione di contenimento nella storia: secondo gli esperti gli effetti sulle coste potrebbero farsi sentire ancora tra 50 anni.
   
Oggi la Guardia Costiera ha rivisto le stime della perdita: cinquemila barili di petrolio al giorno, non i mille denunciati da Bp, dopo la scoperta di una terza falla nel pozzo danneggiato dall'affondamento della piattaforma Deepwater Horizon. Il colosso britannico dell'energia ha accusato il colpo: “Accettiamo qualsiasi tipo di aiuto", ha detto Doug Suttles, il Chief Operating Officer, di fronte alla possibilità che il Pentagono intervenga con le sue tecnologie.
    
Intanto arrivano le prime cause: gli allevatori di gamberi della Louisiana, che nel Delta del Mississippi minacciato dal petrolio hanno la loro ragione di vita, hanno denunciato Bp per "negligenza" e "inquinamento". Nell'azione legale collettiva per cinque milioni di dollari sono citati anche Transocean, la società svizzera proprietaria della piattaforma, e Halliburton, il gigante dell'energia che aveva effettuato riparazioni a bordo, forse all'origine dell'esplosione che l'ha fatta affondare.

Leggi tutto