Messico, attacco a volontari: disperso un italiano

1' di lettura

Tragedia a Oaxaca, dove i partecipanti alla "Carovana per la pace" sono stati aggrediti da un gruppo paramilitare. Il bilancio provvisorio è di 5 morti e 22 feriti. Tra quelli, di cui si son perse le tracce, anche il connazionale David Casinori

Nella notte circa trenta militanti d'organizzazioni umanitarie sono stati aggrediti a Oaxaca, nel sudest del Messico, da un gruppo paramilitare che, stando ai media locali, sarebbe da individuare nell'Ubisort, vicino al Partido revolucionario  institucional. I volontari facevano parte della "Carovana per la pace", composta da osservatori internazionali, maestri e operatori dei diritti umani. L'agguato è avvenuto quando il gruppo, a bordo di tre veicoli, si stava avvicinando al villaggio di San Juan Copala. Tragico il bilancio, che conta, al momento, 5 morti e 22 feriti.

Risultano inoltre dispersi sette volontari che, secondo le fonti locali, sarebbero riusciti a fuggire in un primo momento, per poi essere successivamente catturati dagli aggressori. Tra questi anche l'italiano David Casinori, sulla cui scomparsa il deputato del Pd Andrea Sarubbi ha già chiesto al governo di riferire in Parlamento.

I nomi degli altri partecipanti alla "Carovana per la pace", di cui si sono perse le tracce, sono stati resi noti all'Ansa da Francisco Lopez dell'Alleanza per l'autodeterminazione dei popoli. Si tratta dei finlandesi Viris Jacola e Meni Morne, del belga Martin Santana e dei messicani David Venegas, David Arellano, Ruben Valencia.

Leggi tutto
Prossimo articolo