Estradato in Francia l'ex dittatore di Panama Manuel Noriega

1' di lettura

L'ex generale dell'esercito deve scontare una condanna a 10 anni per riciclaggio. Catturato nel 1989, quando l'invasione americana pose fine al suo potere, ha già trascorso più di 20 anni in carcere negli Stati Uniti

E' già a Parigi Manuel Noriega, l'ex ditattore panamense estradato dagli Stati Uniti in Francia dove deve scontare una condanna a 10 anni per riciclaggio. Al termine di un braccio di ferro legale andato avanti per anni, il segretario di Stato Hillary Clinton ha firmato l'estradizione e Noriega, scortato da funzionari delle carceri francesi, è salito a bordo di un aereo della Air France in partenza da Miami.

Per vent'anni l'ex uomo forte di Panama, oggi 74enne, è stato rinchiuso in una prigione statunitense, dopo che l'invasione Usa pose fine alla sua dittatura.
Frank Rubino, suo legale, ha lamentato di non essere stato nemmeno informato del provvedimento di estradizione. "Ora che tutte le questioni giudiziarie sono state risolte" ha detto Mark Toner, portavoce del dipartimento di Stato, "è stato possibile firmare la consegna di Noriega per l'estradizione".
A Parigi un portavoce del ministero della Giustizia ha reso noto che il governo francese aveva saputo due settimane fa della concessione del provvedimento.

Noriega è uno dei 'mostri' creati dalla Cia in giro per il mondo. Un tempo uomo di fiducia dei servizi segreti americani, salì al potere dopo la morte in un misterioso incidente aereo del generale Omar Torrijos. Ma il suo progressivo coinvolgimento nel narcotraffico avvelenò l'idilliaco rapporto con Washington fino a farne il nemico pubblico numero uno. Arrestato nel corso dell'operazione 'Giusta Causa', fu portato in Florida dove fu condannato a 17 anni di carcere. Scontata la pena nel 2007 rimase in custodia in attesa che fosse risolta la questione dell'estradizione in Francia dove nel 1999 era stato condannato a 10 anni di carcere per riciclaggio. 

Leggi tutto