Sventato attacco kamikaze alla metro di New York

1' di lettura

Il dipartimento della Giustizia americana ha reso noto che, nello scorso autunno, fu impedito un attentato suicida alla metropolitana della città delle torri gemelle. Per il piano furono arrestati in gennaio un tassista afghano e due complici

Nell'autunno 2009 fu sventato un attentato suicida alla metropolitana di New York, pianificato da un tassista di origine afghana, Zarein Ahmedzay, e da altre due persone. Lo ha reso noto il dipartimento della Giustizia americana. Il 25enne Ahmedzay era stato arrestato lo scorso gennaio insieme ai due complici, dopo che l'antiterrorismo aveva scoperto il piano, impedendo che venisse messo in atto. Ahmedzay ha raccontato d'aver incontrato, nell'agosto 2008, due leader di Al Qaeda alla frontiera tra Pakistan e Afghanistan e d'averne ricevuto l'ordine di compiere gli attentati. "Sono contento - ha detto il kamikaze mancato - di non aver fatto del male a nessuno. Ma credo che altri lo faranno".

Guarda anche:
Fallito attentato sul volo Amsterdam-Detroit
La testimonianza del regista olandese, che ha bloccato il terrorista

Leggi tutto