Attacchi multipli in Iraq, decine di morti

1' di lettura

La capitale irachena è stata colpita da attentati in serie, principalmente rivolti contro la comunità sciita. Centinaia di feriti. Nell’ovest del Paese una bomba ha fatto strage di un intero nucleo famigliare

Non si arresta la scia di sangue che ormai da sette anni ferisce e uccide in Iraq. Una serie di attentati hanno fatto strage anche oggi nella capitale. Tre autobomba sono esplose nel centro della città. In particolare una potente esplosione si è verificata nel quartiere sciita di Saadr City, davanti alla moschea proprio venerdì giorno sacro per i mussulmani, quando i luoghi di culto sono particolarmente affollati. Il bilancio dei morti, purtroppo ancora provvisorio, parla di 67 morti e 112 feriti.

Alcuni esponenti di spicco dei servizi di sicurezza iracheni collegano gli attentati con l’offensiva contro i militanti di Al Qaeda in atto da giorni in tutto il Paese.

Ma non è solo la capitale a subire le conseguenze di una guerra che è stata più volte dichiarata finita, ma che sul campo continua a dispensare morti. Un’altra serie di attentati  ha colpito questa mattina la zona di al-Khalidiya, nella parte occidentale della provincia sunnita irachena di al-Anbar. Sterminando un'intera famiglia, secondo quanto riferisce il sito informativo locale “al-Sumaria news” che sottolinea come ci siano stati sei attentati contro le abitazioni dei membri della sicurezza locali. Il bilancio degli attacchi è di sette morti e 10 feriti.  

Leggi tutto