Brown, Cameron e Clegg a confronto su Iraq, Europa, Vaticano

1' di lettura

I candidati premier nel secondo faccia a faccia in tv, questa volta sui temi di politica estera. Gordon Brown dovrà difendere la sua poltrona dagli aspiranti futuri inquilini di Downing Street nelle elezioni del 6 maggio. TUTTI I VIDEO

Di nuovo in diretta su SkyTg24, è iniziato alle 21 il secondo dibattito fra i candidati premier britannici, Gordon Brown, David Cameron e Nick Clegg, a poco più di due settimane dalle elezioni politiche che si terranno il 6 maggio.

Il tema predominante della serata, trasmessa dal centro Arnolfini di Bristol, è la politica estera. Toni aspri su Iraq, Europa e Vaticano a proposito dello scandalo dei preti pedofili.
Nel primo dibattito il protagonista è stato il leader liberaldemocratico Nick Clegg, che ha visto i suoi consensi salire vertiginosamente dopo la sua performance televisiva. E nella lunga notte della sua prova del fuoco, sono subito volate le scintille, stavolta sulla politica estera.

Per sorteggio, l'intervento di apertura è toccato a Brown, che ha parlato della necessità di votare Labour, ma subito Clegg ha sparato la prima bordata, peraltro attesa: "Non dovevamo invadere l'Iraq". Ha poi elencato le priorità, tra cui la posizione della Gran Bretagna in Europa ed i cambiamenti climatici. E l'Europa, argomento della prima domanda, ha visto altre scintille. Per Cameron, la Gran Bretagna deve restare in Europa, ma con i conservatori non entrerà nell'euro, aggiungendo che il Regno deve riuscire a negoziare accordi più "convenienti" con l'Ue e spingerla a ridurre il suo apparato burocratico. "Dobbiamo stare nell'Europa, ma non essere guidati dall'Europa", ha detto Cameron.

Pronto Clegg: "L'Unione Europea non è certo perfetta, ma da soli siamo più deboli, uniti siamo più forti". "Ci sono degli aspetti - ha proseguito - in cui non possiamo fare a meno dell'Europa: non possiamo combattere ad esempio la criminalità da soli o il cambiamento climatico, che non si ferma alle scogliere di Dover. Io dico che la Gran Bretagna deve stare in Europa e ci deve stare da leader". Simile la posizione di Brown, che insieme a Clegg ha attaccato il leader conservatore per le sue alleanze con "estremisti" (Clegg ha parlato di "pazzi ed omofobi") in Europa. Sull'Afghanistan, tutti hanno detto che Londra dovrebbe partecipare a future missioni internazionali, ma con diversi accenti.

A proposito della visita del Papa nel regno Unito a settembre, Gordon Brown, David Cameron e Nick Clegg sono tutti pronti a dare il benvenuto a Benedetto XVI, ma non su tutto si sono trovati d'accordo.
Il liberaldemocratico Nick Clegg, ha confermato di non essere lui stesso un credente, ma ha sottolineato che la moglie, di nazionalità spagnola, lo è, che i suoi figli vengono educati in quella fede e di "conoscere il tormento di molti cattolici". "Accolgo con favore la visita del Papa, ma la chiesa deve ammettere di più la terribile sofferenza provocata, non si può cancellare le tragedie del passato, ma si può attuare un processo di apertura", ha detto Clegg.
Il conservatore Cameron ha ammesso di non condividere le opinioni del Pontefice su molte questioni, dalla contraccezione, all'aborto alla ricerca scientifica, ma ha affermato: "La fede dovrebbe essere benvenuta e rispettata". La società britannica, ha aggiunto in seguito, è tollerante delle opinioni altrui, anche quando diverse dalle nostre.
Il premier Gordon Brown ha sottolineato invece i passi avanti fatti dai laburisti per i diritti degli omosessuali e le unioni gay e si è detto contrario alla posizione del Papa riguardo nalla contraccezione e la ricerca.

Severissime come sempre  le 76 regole di condotta. Le domande, che non sono comunicate in anticipo agli ospiti, vengono selezionate fra quelle poste dai telespettatori e da un pubblico in studio, selezionato in base a criteri che riflettono la composizione demografica, etnica e sociologica del Paese; sono vietate le repliche del pubblico, così come gli applausi.

Sky Tg24 e Sky.it seguiranno anche il terzo e ultimo confronto tra i tre candidati, in programma il 29 aprile e che riguarderà i temi economici

GUARDA IL PRIMO DIBATTITO TRASMESSO DA SKY TG24

Tutte le clip del secondo dibattito

Leggi tutto