Pedofilia, il Papa: "Chiesa ferita, ma non mi sento solo"

Nella foto, da sinistra: il Decano del Collegio cardinalizio Angelo Sodano; Benedetto XVI; il segretario di Stato Tarcisio Bertone; il prefetto della Congregazione per i Vescovi Giovanni Battista Re
1' di lettura

Momento di convivialità coi cardinali per Benedetto XVI, che ha festeggiato il quinto anniversario dell'elezione a Pontefice. Durante il pranzo nuovo riferimento al recente scandalo, definito una "tribolazione" per la comunità ecclesiale

Dopo le fatiche del viaggio apostolico a Malta, terminato il 18 aprile, momenti di distensione e di gioia per Benedetto XVI, che ha festeggiato il quinto anniversario dell'elezione a Pontefice. Durante il pranzo d'occasione nella Sala Ducale del Palazzo Apostolico coi membri del Collegio cardinalizio presenti a Roma, il Papa è tornato in maniera chiara, sia pur implicita, sul recente scandalo dei preti pedofili, che ha investito come una bufera la Chiesa cattolica e la sua stessa persona. Ha parlato infatti d'un momento di "tribolazione" per una comunità ecclesiale che s'è riscoperta "ferita e peccatrice". Dopo aver ribadito di confidare nell'aiuto di Dio, il Papa ha quindi aggiunto di non sentirsi "solo" e d'avvertire intorno a sé l'appoggio dell'intero Collegio cardinalizio.

Guarda anche:
Benedetto XVI festeggia il quinto anniversario dell'elezione
Il Papa incontra a Malta 8 vittime di abusi

Leggi tutto