Iraq, Al Maliki: ucciso il leader di Al Qaeda Al Masri

1' di lettura

Lo ha annunciato il premier iracheno, aggiungendo che nella stessa operazione è morto anche Abu Omar Al Baghdad. Le forze Usa confermano e parlano di "un colpo potenzialemente devastante per l'organizzazione terroristica"

Una squadra dei servizi segreti iracheni ha ucciso Abu Ayyub Al Masri, il leader di Al Qaeda in Iraq. Lo ha annunciato il premier Nuri Al Maliki. Non è la prima volta che il capo terrorista, succeduto al Zarqawi dopo la sua morte, viene dato per morto. A maggio di tre anni fa il governo iracheno annunciò che Masri era stato ucciso da un clan sunnita

Secondo quanto ha annunciatoAl Maliki nel corso di una conferenza stampa a Baghdad, insieme al leader di Al Qaeda, Al Masri, sarebbero morti altri terroristi. Tra questi, anche Abu Omar Al Baghdadi, l'emiro del cosiddetto 'Stato islamico iracheno', alleanza di cui fa parte anche Al Qaeda. L'uccisione sarebbe avvenuta nel corso di un'operazione condotta dalla sicurezza irachena in una casa nella zona di Batharthar, nella provincia sunnita di Al Anbar.

Come prova certa dell'uccisione dei due capi il premier Nuri Al Maliki ha mostrato le foto dei due volti senza vita.
La notizia è stata anche confermata in un comunicato dalle forze militari americane. "La morte di questi due terroristi è un colpo potenzialmente devastante per Al Qaeda in Iraq", hanno affermato le forze Usa.


Leggi tutto