Venezuela, morti i due italiani dispersi

1' di lettura

Sono stati trovati i corpi senza vita di Simone Montesso e Massimo Barbiero, i due italiani scomparsi una settimana fa nelle montagne di Merida. Il fratello di Massimo Barbiero: "Sono caduti in un burrone". Forse un incidente di montagna la causa

Sono stati trovati morti Simone Montesso e Massimo Barbiero, i due italiani scomparsi una settimana fa nelle montagne di Merida, in Venezuela.
"Sono caduti in un burrone, nei pressi di una teleferica". Così Ruggero Barbiero, fratello di Massimo, racconta quanto ha saputo sulla sorte dei due collaboratori dell'associazione Giovanni XXIII di Rimini. "L'altro mio fratello è ancora in viaggio - dice Ruggero, che risiede con la famiglia a Fossò (Venezia) - si stava recando in Venezuela per seguire le ricerche".

"I corpi dei due sono stati trovati in fondo ad un crepaccio, vicino al tratto iniziale di una funivia, in un'area a circa 2 mila metri d'altezza", hanno precisato fonti dell'ambasciata italiana. Il luogo del ritrovamento  sembra indicare che si sia trattato di un incidente di montagna, anche se bisognerà attendere l'autopsia per ulteriori conferme. I corpi  sono stati ritrovati dalla Protezione civile sulla base delle  testimonianze di chi aveva visto i due connazionali e dell'itinerario che presumibilmente avevano percorso.

Leggi tutto