Nucleare Iran, Usa e Cina verso una linea comune

1' di lettura

A Washington vertice sulla sicurezza nucleare. Intesa tra Obama e Hu Jintao Ma Pechino avverte: "Pressioni e sanzioni non bastano a risolvere problema". Il presidente americano: "Catastrofe se Al Qaeda entra in possesso di armi nucleari"

BARACK OBAMA: L'ALBUM FOTOGRAFICO

Pressioni e sanzioni non potranno "regolare alla base" il dossier nucleare iraniano. Lo ha riaffermato oggi un portavoce cinese dopo che Washington - dove è in corso il summit sulla sicurezza nucleare - ha assicurato di aver ricevuto un sostegno del presidente Hu Jintao per un rafforzamento delle sanzioni contro Teheran. "La Cina ha sempre sostenuto che il dialogo e il negoziato sono il miglior modo di trovare una soluzione a questo problema. Le pressioni e le sanzioni non possono regolarlo fino in fondo" ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Jiang Yu.

Ieri la Casa Bianca al termine del colloquio a Washington tra il presidente Barack Obama e il suo omologo cinese Hu Jintao, aveva fatto sapere che i due paesi lavoravano insieme alla formulazione di sanzioni dell'Onu contro l'Iran per il suo programma nucleare.

Nel lungo incontro bilaterale alla Casa Bianca, Barack Obama e Hu Jintao hanno parlato anche di questioni valutarie. Gli Usa sostengono da tempo che lo yuan è sottovalutato per favorire le esportazioni cinesi, e dopo un viaggio a sorpresa del segretario al Tesoro Usa Timothy Geithner in Cina, sarebbe stato raggiunto un accordo per ampliare progressivamente la fascia di oscillazione della moneta cinese nei confronti del dollaro. All’apertura del summit di Washington il presidente Usa ha ottenuto anche l’impegno dell’Ucraina a eliminare entro il 2012 le sue scorte di uranio arricchito.

Obama: Al Qaeda col nucleare Un disastro per l'intero mondo. “Sarebbe una catastrofe per il mondo se Al Qaeda entrasse in possesso di armi nucleari” ammonisce Barack Obama. “Due decenni dopo la fine della Guerra Fredda - afferma Obama - siamo di fronte a una crudele ironia della storia: il rischio di un confronto nucleare tra nazioni è diminuito, ma il rischio di un attacco nucleare è aumentato”. Il presidente Usa invita poi i partecipanti al summit “ad agire oltre che a parlare”. “Oggi non è solo l'occasione di fare promesse ma anche di realizzare progressi veri per la sicurezza dei nostri popoli”.

Guarda anche:
Nucleare, intesa storica tra Usa e Russia
Nucleare, l'Iran minaccia: romperemo i denti agli Usa
Armi nucleari, Obama: niente utilizzo contro chi non le ha
Tra un tiro a canestro e l’altro Obama parla dell’Iran

Leggi tutto