Terrorismo, Al Qaeda: colpiremo gli azzurri in Sud Africa

1' di lettura

La rete di Osama Bin Laden minaccia di colpire la nazionale italiana durante i prossimi mondiali di calcio. Nel mirino anche le squadre di Inghilterra, Francia, Germania e Usa. Il ministro Frattini: il mondo non potrebbe tollerare una nuova Monaco

Al Qaeda minaccia di colpire la nazionale italiana durante i mondiali di calcio in Sudafrica. La rete televisiva Cbs ha rilanciato un annuncio postato su Internet in cui la rete di Bin Laden annuncia di avere nel mirino le nazionali di Stati Uniti, Inghilterra, Francia, Germania e Italia.
"Che sorpresa sarà quando in un incontro tra Stati Uniti e Inghilterra trasmesso in diretta si sentirà in uno stadio pieno di spettatori il rumore di un'esplosione e ci saranno decine o centinaia di cadaveri" si legge nella nota. La partita tra le nazionali statunitense e inglese, esordio del Gruppo C, sarà giocata nello stadio di Rustenburg il 12 giugno.

Immediato il commento del ministro degli Esteri Franco  Frattini che sul suo spazio su Facebook scrive: "Il mondo non tollererebbe una nuova  Monaco, la pace che lo spirito olimpico ha affermato ed imposto, di  nuovo violata ed insanguinata. Non lo tollererebbe l'Africa che cerca  in questi mondiali di calcio una conferma di una promessa di  opportunità e di sviluppo. Non lo tollererebbero tutti coloro che nel mondo guardano ...allo sport come al campo della pace e della  conciliazione e che si battono per la democrazia e le libertà".

Nel messaggio di Al Qaeda si ricordano azioni terroristiche come la strage di agenti della Cia compiuta in una base in Afghanistan e il fallito attentato su volo diretto a Detroit nella notte di Natale del 2009.
Così come in quelle occasioni Al Qaeda "riuscì a far passare 50 grammi di esplosivo attraverso decine di barriere di sicurezza" e a "umiliare il miglior apparato di intelligence del mondo", si legge ancora nella nota, così riuscirà a colpire in occasione del mondiali.

La Fifa ha già annunciato che metterà in campo un dispositivo di sicurezza senza precedenti, ma, avverte la nota di Al Qaeda, "tutti i controlli e le macchine a raggi X che gli Stati Uniti manderanno dopo aver letto queste parole, non serviranno a scoprire il modo con cui gli esplosivi entreranno negli stadi".

Guarda anche:

Bin Laden: uccideremo i prigionieri americani
La Casa Bianca a Bin Laden: non ti daremo tregua

Leggi tutto