Teheran inaugura due nuove centrifughe nucleari

1' di lettura

Il regime della Repubblica islamica ha inaugurato due nuovi impianti per l’arricchimento dell’uranio, poche ore dopo che a Praga Usa e Russia hanno firmato uno storico accordo per il disarmo nucleare che Ahmadinejad ha definito: “Una sceneggiata”

Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad, criticando gli Usa per aver cercato di fermare il programma nucleare iraniano, ha presentato oggi una nuova centrifuga che, secondo i funzionari, è in grado di accelerare il processo di arricchimento dell'uranio.
    
Il presidente americano Barack Obama, che spinge perché siano imposte nuove sanzioni Onu a Teheran, pur avendo riconosciuto che misure del genere potrebbero non funzionare, si è detto convinto che col tempo la pressione della comunità internazionale potrebbe spingere l'Iran a rivedere i suoi progetti in tema di nucleare.
    
Ahmadinejad, in un discorso per celebrare la giornata annuale del nucleare, ha definito il trattato di riduzione degli armamenti che Obama ha firmato ieri con la Russia "una sceneggiata" che nasconde le sue vere intenzioni.
    
"Riteniamo che le armi nucleari siano contro l'umanità", ha detto il presidente iraniano nel corso di una cerimonia, durante la quale ha presentato la centrifuga. "Il cammino dell'Iran verso il nucleare è irreversibile. Lo Stato islamico ha raggiunto un nuovo traguardo, e nessuna potenza può dissuaderlo dal procedere a piena velocità verso l'energia nucleare pacifica". I Paesi occidentali temono che l'Iran punti a sviluppare armi nucleari, mentre Teheran sostiene che il suo programma è completamente pacifico.
    
Da Washington, il portavoce del Dipartimento di Stato P.J. Crowley ha replicato che l'ultima "spacconeria" dell'Iran riguardo alle sue capacità nucleari potrebbe rafforzare la spinta per le sanzioni Onu. Un programma nucleare pacifico - ha obiettato - non avrebbe bisogno di centrifughe più veloci.
    
"Dobbiamo concludere che l'Iran ha intenzioni nefaste con il suo programma nucleare, ed è espressamente per questo che continuiamo a lavorare con la comunità internazionale su ulteriori misure e sanzioni, per dimostrare all'Iran che ci sono conseguenze se non rispetta i suoi obblighi".
    
Il numero uno dell'Organizzazione per l'Energia Atomica iraniana, Ali Akbar Salehi, ha spiegato che le centrifughe di "terza generazione" hanno un potere di separazione di 10, sei volte quello delle centrifughe di prima generazione.
    
Le centrifughe che l'Iran attualmente impiega sono riadattate da un modello degli anni 70 e sono frequentemente soggette a guasti.
    
Lo Stato islamico sta testando da anni diversi modelli. Non è chiaro al momento quando le nuove macchine entreranno in funzione a pieno regime, momento decisivo secondo gli analisti.


GUARDA ANCHE:

Nucleare, intesa Usa-Russia. Obama: “Svolta storica”
Ahmadinejad: “Obama parla il linguaggio delle bombe”
Nucleare, l'Iran minaccia: romperemo i denti agli Usa
Armi nucleari, Obama: niente utilizzo contro chi non le ha
Tra un tiro a canestro e l’altro Obama parla dell’Iran

Leggi tutto