Parigi, rogo in centrale elettrica: un morto

1' di lettura

A Gennevilliers un agente di sicurezza ha perso la vita, mentre una decina di persone sono rimaste ferite a seguito dell'esplosione d'un forno a combustione in uno stabilimento per la trasformazione del carbone. S'ignorano le cause dell'incidente

Terrore a Gennevilliers, comune alla periferia di Parigi, per l'incendio e l'esplosione d'un forno a combustione in uno stabilimento per la trasformazione del carbone. Un agente della sicurezza è rimasto ucciso, mentre altre 12 persone, tra cui quattro pompieri e quattro poliziotti, sono rimaste ferite. L'incidente, di cui s'ignorano ancora le cause, è avvenuto all'alba, quando il personale della vigilanza e gli agenti sono accorsi per un incendio. Durante le operazioni di controllo delle fiamme s'è verificata la violenta esplosione.

Recatosi immediatamente sul posto, il ministro degli Interni Brice Hortefeux ha dichiarato che è "ancora troppo presto" per fornire una spiegazione sulle cause della tragedia. Il ministro ha unicamente specificato che l'esplosione è avvenuta in un forno a elevatissime temperature, "che non si può raggiungere con il getto dell'acqua e ciò complica tecnicamente la gestione d'un incendio del genere".

Leggi tutto